Monte Boragine 2 - 19/02/2015
Partecipanti

Da Rieti si percorre la S.S. Salaria N° 4 fino al bivio per Cittareale dove si devia per il paese. Attraversato l’abitato si segue la strada principale, ancora in salita, per il valico la Forca (la strada conduce a Norcia). Poco prima del passo si giunge all’incrocio per Selvarotonda, si gira a sinistra e si sale fino al piazzale dove ci sono alcuni impianti sciistici di risalita , e qui si parcheggia.

A piedi si segue la carrareccia in direzione Sud-Est, si aggira un costone, e si continua sulla comoda sterrata che traversa a mezza costa tutto il versante orientale della dorsale che collega il Monte Boragine con il Monte San Venanzio e prima che la strada inizi a scendere, quota 1620 m circa, la si lascia per salire la scarpata a destra e raggiungere la Forca di Fao, 1657 m.

Si prosegue in salita verso Nord seguendo l’evidente sentiero, si raggiunge la Fonte Secca 1740 m e a saliscendi, su pendii abbastanza ripidi, si raggiunge la vetta del Monte Boragine 1824 m.  Ottimo il panorama sul Gruppo del Terminillo visto da un angolazione inconsueta, i Sibillini, la Laga e il Gran Sasso.

Il ritorno si è effettuato per lo stesso tracciato.

Innevamento abbondante, a tratti ghiacciato, a tratti farinoso, tranne che sulla cresta, dove le esposizioni sud erano parzialmente sgombre di neve. La cima è stata raggiunta da tutto il gruppo, tranne Roberto, che causa fame e piccoli acciacchi alle caviglie, ha raggiunto solamente la prima delle tre cime del Monte Boragine a quota 1787 m.

Condizioni meteo eccezionali come pure la visibilità e la completa assenza di nuvole. Temperature rigide all’ombra e nelle ore serali (registrate -3 -5°), assenza di vento. Al rientro sosta ristoratrice al bar “delle rondini” di Cittareale.

Escursioni 2015Escursioni_2015.html

Cittareale

Video