Monte Brancastello e Pizzo S. Gabriele - 17/07/2013
Partecipanti

Video

Escursioni 2013Escursioni_2013.html

Da Assergi si prende la Strada Statale della Funivia del Gran Sasso d’Italia (n 17 bis), superata la stazione inferiore della funivia si prosegue per Campo Imperatore. Più avanti, ad un bivio, all’inizio dell’altopiano, si va a sinistra per l’Albergo di Campo Imperatore (stazione superiore della funivia). Dopo un lungo rettilineo, alla prima curva a sinistra, si stacca sulla destra (Nord-Ovest) una strada sterrata (quota 1810 m) che si percorre per un centinaio di metri e si parcheggia vicino ad uno spiazzo dove ci sono numerosi tavoli per pic-nic. Si inizia a percorrere la sterrata (molto dissestata) che piega subito in direzione Nord-Est e raggiunge, a mezza costa, il Vado di Corno a quota 1924 m. Si prosegue in direzione Sud-Est; il sentiero, molto evidente, continua a mezza costa, con leggerissima salita, sul versante Sud della lunga dorsale del Brancastello (si può seguire anche l’ampia ed erbosa cresta, più scomoda ma anche più panoramica), le due tracce si riuniscono più avanti dove il crinale si restringe. Superata la strettoia, si sale lungo gli ampi dossi della cresta Ovest, una ripida salita su sentiero ghiaioso aggira a sinistra un’anticima di quota 2230 m. Si continua a salire fino a raggiungere la vetta del Monte Brancastello (2385 m) (tempo impiegato circa 3 ore compresa la deviazione sul Pizzo San Gabriele). Al ritorno a quota 2210 m si lascia, momentaneamente, il sentiero principale per dirigersi in direzione Nord, con leggero saliscendi, verso il visibilissimo Pizzo San Gabriele (2214 m).

Condizioni meteo ottime, incontro sul Pizzo S. Gabriele con i simpatici Remo e Maria di Sulmona.

Assergi (L’Aquila)